Lunedì 24 ottobre l’evento ‘1000 voci per ricominciare’

Si terrà a Vasto lunedì 24 ottobre, alle ore 21.00 nella chiesa di Santa Maria del Sabato Santo, il Concerto di beneficenza “1000 Voci per Ricominciare” con il Coro Polifonico Histonium “Bernardino Lupacchino dal Vasto”, Coro Polifonico Stella Maris, Ensemble Medievale Stella Nova, Angel’sEyes Gospel Choir e Gruppo Folk Città del Vasto “I cantori del Golfo”. Il Concerto, che si prefigge di raccogliere fondi da destinare alle popolazioni colpite dal sisma che lo scorso 24 agosto ha colpito il centro Italia, fa parte del progetto 1000 Voci per Ricominciare.

angels-eyes-mille-voci-iUn grande coro di solidarietà che unisce l’Italia, dal Piemonte a Sicilia e Sardegna, e si stringe alle popolazioni colpite dal terremoto dell’agosto scorso: “1000 VOCI per ricominciare” è il progetto nato dall’iniziativa di alcuni coristi uniti dal desiderio di aiutare con il canto, come già fecero per l’Abruzzo e l’Emilia, chi ha perduto tutto con il sisma. Nasce così un evento nazionale durante il quale, il 22, 23 e 24 ottobre 2016, i Cori italiani aderenti canteranno nei propri territori, condividendo un cartellone unico.

Obiettivo dell’iniziativa è far sì che ogni singolo euro raccolto durante i concerti vada realmente ai territori interessati, con il massimo della rapidità e della trasparenza. Si è creato un sottile “fil rouge” tra presidenti e direttori di Cori che da tutta Italia stanno convergendo nel gruppo WhatsApp “3:36” e che, con grande passione, stanno aderendo all’iniziativa. Per venire incontro alle esigenze dei vari Cori, abbiamo interpretato la contemporaneità degli eventi in maniera più “elastica” dando la possibilità a tutti di essere presenti, anche se in date diverse, ma con l’obiettivo di chiudere e distribuire il ricavato entro fine anno 2016.

Finora hanno aderito all’iniziativa 73 tra cori, ensemble musicali e una scuola con la sua orchestra giovanile: nel complesso più di un migliaio di voci saranno protagoniste attraverso i loro brani di un grande e simbolico concerto di solidarietà. Per garantire la totale trasparenza, è stata chiesta la collaborazione dell’Istituto Bancario “RIVABANCA BCC” che ha permesso l’apertura di un conto corrente dedicato, a zero spese, intestato “1000vocixricominciare”.

Mail: info@1000vocixricominciare.it
Web:www.1000vocixricominciare.it
Promotori dell’iniziativa: Coro polifonico Città di Rivarolo
Mobile: 335 5475455

‘Asgard’ docufilm su Angelo Canelli, il 28 settembre l’anteprima nazionale

14358680_1043065059143400_4685690580719667745_nE’ con enorme piacere che vi segnaliamo un evento molto importante. Il prossimo mercoledì 28 settembre, alle ore21:15 presso il Cinema Corso di Vasto (Ch), si terrà la prima proiezione in anteprima nazionale del docufilm ‘Asgard’ sulla vita del pianista e medico vastese Angelo Canelli. Prodotto dalla Corto Factory Image eOcchiomagico, con la regia di Simone D’Angelo, scritto da Silvio Laccetti e con la fotografia di Costanzo D’Angelo, il documentario sarà presentato per la prima volta nella città natale di Canelli.

Questo lavoro, partito da un’idea di Silvio Laccetti tre anni fa con il progetto ‘Le Mille Voci per Angelo’, è stato realizzato con il sostegno della famiglia Canelli e dell’Associazione Culturale Angel’s Eyes e l’Angelo Caneli Jazz Club. Il documentario racconta i passaggi più importanti della vita del pianista e medico vastese, con immagini d’archivio inedite e le sue musiche originali, comprese molte registrazioni live.

All’interno del docufilm compaiono oltre trenta intervistati, musicisti, amici e colleghi di Canelli, con la voce di Vincenzo La Verghetta. Testimonianze raccolte in diverse città del centro Italia, in quegli stessi posti che Angelo ha avuto modo di visitare. L’ingresso per la proiezione è libero.

LA PREVIEW DEL DOCUFILM qui

Dieci anni senza il nostro Angelo

Non è un giorno come un altro e non lo è affatto. Dieci anni fa, la notte dell’8 luglio 2006, il nostro Angelo Canelli perdeva la vita in un incidente stradale, lasciando un vuoto immenso nel cuore di tutte le persone che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. Il mondo della musica e della medicina perdevano così un grande uomo che ha consumato la sua breve ma intensa esistenza, correndo contro il tempo, spinto da queste due sue grandi passioni.

angelocanelli-2015-grande

Dieci anni dopo il ricordo è vivo e la memoria non è assolutamente persa. Gli ‘Angel’s Eyes’ sono nati soprattutto per questo: non far dimenticare Angelo Canelli. Ed oggi che il cuore è più triste, il nostro canto sarà ancora più forte, rivolto verso il cielo. Perché come Angelo amava ripetere: ‘La medicina guarisce i mali del corpo, la musica quelli dell’anima’. Continueremo a sentirti vicino in ogni istante caro ‘dottore dell’anima’. Continueremo a voler ricordare quanto il tuo sorriso era contagioso ed i tuoi occhi pieni di entusiasmo. Gli ‘occhi di Angelo’, quell’angelo che se ne è andato dieci anni fa ma che rimarrà immortale grazie alla sua musica.

asgard copertina

Proprio oggi è uscita l’anteprima ufficiale del docufilm ‘Asgard’ [GUARDA] che racconta della vita di questa immensa persona. Un motivo in più per essere sicuri che Canelli non verrà mai dimenticato. In attesa di poter assistere alla prima uscita ufficiale del docufilm (settembre 2016) ci godiamo quest’anteprima, sicuri che anche il nostro Angelo stia facendo lo stesso, seduto a giocare con i tasti bianchi e neri di un pianoforte.

Questa sera alle 19:00, presso la Chiesa di Santa Maria Maggiore a Vasto, si terrà la messa celebrativa in ricordo di Angelo Canelli.

 

Il 2 giugno l’Angel’s Eyes Live

Il prossimo 2 giugno alle 21:15 il coro gospel vastese Angel’s Eyes terrà un concerto raccolta fondi presso la Cattedrale di San Giuseppe a Vasto. L’evento servirà a sostenere i progetti dell’AGBE (Associazione Genitori Bambini Emopatici). Un concerto di primavera che vedrà i coristi diretti da Danilo Laccetti presentare un repertorio rinnovato, oltre ai brani già noti e presentati al pubblico.

Il costo del biglietto è di 5 euro e per acquistare la prevendita basterà contattare gli organizzatori attraverso la pagina facebook degli Angel’s Eyes ( qui https://goo.gl/oIFmQ6).

Conto alla rovescia per il Concerto di Natale 2015

La Magia del Gospel nell’attesa del Natale. Torna il consueto appuntamento pre-natalizio con il Concerto di Natale degli Angel’s Eyes Gospel Choir. Domenica 13 dicembre, dalle ore 21:00 in poi, il coro gospel vastese salirà sul palco dell’Auditorium della Parrocchia di San Paolo a Vasto per prendere parte ad un’altra performance in pieno stile Gospel.  Tante novità per quanto riguarda il repertorio, con nuovi brani in scaletta. Una serata per iniziare a vivere pienamente lo spirito natalizio attraverso l’energia degli Angel’s Eyes.
Concerto-primo-giorno

VASTO-  A circa un mese dall’ennesima esperienza formativa vissuta alla Gospel Connection di Assisi, il coro gospel vastese torna ad esibirsi davanti al suo pubblico nel consueto appuntamento del Concerto di Natale. Come accade da diversi anni, gli Angel’s Eyes saliranno sul palco dell’Auditorium San Paolo offrendo al proprio pubblico un repertorio composto da brani natalizi e canti gospel, alcuni di questi mai eseguiti sino ad ora in concerto dai coristi in camice blu. In quest’ultimo mese, avendo avuto la possibilità di lavorare assieme ai musicisti e docenti americani presenti ad Assisi, il coro ha avuto modo di preparare nuovi brani da inserire nel proprio repertorio. Anche in quest’occasione non mancherà al piano Marco Bassi, alla batteria Davide Marcone e al basso Nicola Di Camillo. Domenica 13 dicembre la serata avrà inizio alle ore 21:00 quando, sicuramente, Don Gianni Sciorra, parroco della Chiesa di San Paolo, aprirà il concerto con i suoi tradizionali auguri.

_MG_0111

Costo del biglietto di 5 euro, mentre per avere la prevendita è possibile contattare il numero 3497511861 oppure il 347 6850594.

GUARDA il PROMO (https://goo.gl/PLF9qH)
VISITA il SITO (http://goo.gl/q0aT6Y)
SEGUCI su FACEBOOK (https://goo.gl/1bspvV)

 

Il racconto della Gospel Connection 2015 (part II)

IMG_4462
il racconto della GC di Domenico De Luca, prima partecipazione per lui a questa manifestazione (nella foto a sinistra)

“Questa è stata la mia prima esperienza alla Gospel Connection- racconta Domenico, uno degli ultimi nuovi arrivi del coro vastese- ed ero partito convinto del fatto che non sarebbe cambiato niente nella mia vita, nonostante tutti mi avessero assicurato il contrario. Immaginavo sarebbe stata un’esperienza che mi avrebbe migliorato dal punto di vista esclusivamente musicale, tecnico (e in realtà non ero sicuro neanche di questo). Mi sono dovuto ricredere sotto ogni punto di vista.

Come vede la Gospel Connection un adolescente arrogante, presuntuoso e ateo IMG_9463convinto?  Vedere più di trecento persone cantare canzoni dedicate ad un Dio in cui non credevo, sorridenti e gentili, felici mi ha fatto sentire strano, quasi come se quel mondo non mi appartenesse, come se fossi estraneo. E in realtà lo ero. Ma giorno per giorno, tra una canzone ed un’altra, ho cominciato a sentire qualcosa dentro. Quando salutavo i ragazzi del mio coro, quando cantavo le canzoni che ci venivano insegnate, quando leggevo i testi dei brani mi sentivo sempre più partecipe, sempre meno ‘alieno’.  La voglia di cantare quelle canzoni semplicemente perché erano belle venne sostituita quasi da un bisogno di cantarle, perché servivano a qualcosa, a qualcosa di molto importante. Ma purtroppo non riuscivo ancora a capire cosa. Così ho smesso di pensarci e sono tornato sui miei passi, focalizzando l’attenzione sulla tecnica, sul canto fine a se stesso.

IMG_9363Sono rimasto impressionato dalla straordinaria bravura dei pastori e dei ministri di lode. Dalla precisione, dalla tecnica impeccabile, dalla loro incredibile capacità di motivare tutte quelle persone. Ho seguito le lezioni con passione, con quella stessa passione che avevo in passato, ma che per qualche motivo durante quest’ultimo periodo della mia vita avevo dimenticato.  Ho partecipato anche al corso per solisti. Ho voluto imparare a cantare come quelle persone, conoscere il segreto. E’ una lezione ‘storica’ sulla nascita del Gospel e del suo significato. Ho pensato all’inizio di stare a perdere solo tempo, ma senza rendermene conto, stava nascendo una nuova consapevolezza in me. Quel ‘qualcosa’ dentro di me diventava sempre più forte e pulsante. Mi ha fatto anche paura.  Ho accantonato il pensiero ancora una volta e ripresi a seguire i corsi. La sera della benedizione mi sono sentito molto nervoso, decisi così di non parteciparvi, ma con una motivazione diversa dal solito. Non era più un ‘non ci credo’ ma un ‘non me lo merito’.

Ancora una volta stavo scappando da quel ‘qualcosa’. Sabato ci fu un clima diverso IMG_9339rispetto a quello a cui mi stavo abituando. C’era tensione, nervosismo nell’aria. C’era un concerto da fare e tutti erano molto concentrati. Quello era il mio mondo, mi sentivo molto tranquillo, la mia ‘crisi mistica’ era passata per il momento. Il concerto fu qualcosa di meraviglioso, divertente.. Indescrivibile! Ma mi mancava qualcosa. Non ero felice. Ero entusiasta, divertito, pieno di energie. Ma non felice. Quando me ne accorsi pensai fosse a causa della Gospel Connection, in fondo non era cambiato niente in me durante questa esperienza, giunta quasi al termine. Quella sera quel cambiamento che stava avvenendo in me cessò. Tornai ad essere un ‘estraneo’. Domenica mattina mi sentivo come il primo giorno, come se non fosse cambiato niente. Entrai tranquillo nel teatro dove nei giorni precedenti si cantava e si ballava, ma c’era meno gente rispetto agli altri giorni, era una sorta di meeting. Si facevano delle semplici domande ai pastori e ai ministri, non mi sembrava una cosa interessante, ma restai. Non stavo ascoltando, ma avevo pensieri diversi da quelli abituali. Pensavo alla mia vita, al perché nell’ultimo periodo fossi diventato così insensibile, freddo, scontroso. Erano pensieri che non avevo mai avuto prima. Poi la mia attenzione si spostò su uno dei pastori. Stava benedicendo una coppia di ragazzi. Per un attimo mi guardò, non prestavo attenzione a quello che diceva, non riuscivo. Sentivo solo che quel ‘qualcosa’ dentro di me era tornato, stavolta fortissimo, come un terremoto. Scoppiai a piangere, forte. Pensavo intensamente alla mia vita, al male che avevo causato. Mi sentii davvero triste. Piansi per circa mezz’ora, poi senza rendermene conto cominciai a ridere felice. Mi sentivo libero.  Partecipai alla funzione. Pregai intensamente. Quel qualcosa che sentivo dentro di me era Dio, che senza chiedere, senza avvisare, raggiunse anche me.

Questa è stata la mia Gospel Connection. Mi ha lasciato una nuova consapevolezza di me stesso, del Gospel e del messaggio che trasmette. Ha fatto crescere me ed il mio coro, gli Angel’s Eyes, che dopo questa esperienza vissuta insieme, sento davvero mio.  Mi ha fatto conoscere persone fantastiche, da cui ho imparato molto. Mi ha fatto divertire, entusiasmare, ridere, piangere.. ma soprattutto, dopo tutto questo tempo, mi ha fatto ritrovare me stesso.

Ringrazio ognuno di voi.
E ringrazio Dio, per essere venuto a riprendere la sua ‘anima smarrita’.

(di Domenico De Luca, foto di Debora Ballatori)
LEGGI la PRIMA PARTE https://goo.gl/FzOkq6
GUARDA tutte le FOTO della GC 2015 https://goo.gl/4cTHU7

Il racconto della Gospel Connection 2015 (part I)

Gli Angels Eyes alla GC 2015
Gli Angels Eyes alla GC 2015

Giovedì 29 Ottobre una nutrita rappresentanza del coro Gospel  vastese Angel’s Eyes è partita alla volta di Assisi per partecipare alla tredicesima edizione della Gospel  Connection [LEGGI],  workshop di formazione per cori Gospel in cui maestri statunitensi vengono a trasmettere la loro passione per questa irresistibile forma di musica, canto e preghiera. Le ultime edizioni della Gospel Connection si erano svolte a Roma e il ritorno ad Assisi è stato salutato da tutti gli appassionati con grande favore: la cornice della cittadina umbra dove anche le pietre parlano dello spirito di Francesco è quanto di meglio si possa desiderare per una manifestazione di questo genere.

Il gruppo degli Angel’s Eyes era carico di attese: dai più giovani che partecipavano perGospel-Connection-2015-concerto-i la prima volta con tanta curiosità e qualche titubanza, fino ai veterani del raduno che hanno visto anche stavolta ripagate tutte le loro aspettative. Tre giorni di lezioni continue, dalla mattina alla sera, a contatto con maestri dal talento straordinario e dalla grande capacità comunicativa, veri appassionati e divulgatori infaticabili dello spirito Gospel: Keith Moncrief, pastore di grande carisma e dalla inconfondibile voce nera; Ron Hubbard colosso dall’agilità impensabile e dalla simpatia irresistibile; Trini Massie, insegnante di grande comunicativa, indubbiamente il più “bello” tra i maestri a giudizio insindacabile di tutte le coriste presenti; Rod Hubbard, fratello di Ron, dalla voce potente e calda ed infine la bravissima Nikki Porter, cantante dalle straordinarie doti tecniche ed eccellente insegnante. Ben nove i nuovi brani appresi nel poco tempo a disposizione, tutti intensi, tecnicamente raffinati e trascinanti, alcuni classicheggianti, altri più decisamente spiritual e blues e, per finire, anche un brano con ritmo ed atmosfera tipicamente africani.

IMG_9456I brani vecchi e nuovi sono stati eseguiti la sera del 31 ottobre nell’attesissima esibizione del Gospel Connection Mass Choir al Teatro Lyrik di Assisi. Tutti i partecipanti al seminario hanno preso parte ad un unico coro di trecento elementi, accompagnati da musicisti d’eccezione, per dare vita ad un’esibizione dalla potenza impressionante, che ha stregato il pubblico che affollava la sala. Alla fine erano tutti in piedi a ballare e a battere le mani a ritmo di musica, trascinati dalla forza del Gospel che non è solo musica e ritmo, ma soprattutto preghiera in comunità, un modo di evangelizzare  lontano dalle nostre abitudini, ma decisamente affascinante e di fronte al quale è impossibile restare indifferenti.

La domenica tutti i coristi hanno partecipato alla messa celebrata da don Giuliano, IMG_9406sacerdote francescano di Torino, anche lui venuto come semplice corista al seminario, che ha pronunciato una toccante omelia partendo dal vangelo delle beatitudini per arrivare fino al desiderio dell’unità dei Cristiani, perfettamente calata nel contesto della Gospel Connection in cui i maestri provengono tutti dalla Chiesa Battista americana. Una celebrazione eucaristica in cui ha aleggiato lo spirito di fratellanza e di comunione e che ha lasciato un segno profondo in tutti i fedeli.

Cosa si portano dietro i coristi vastesi da questa esperienza? Tanta musica, tanta gioia, tanta condivisione, tanta bellezza, ma anche la consapevolezza del bisogno di spazi di riflessione, meditazione e preghiera in un mondo sempre troppo veloce e distratto. Sono un po’ più cresciuti i nostri coristi, e non solo quelli più giovani, sono un po’ più maturi, più pronti a trasmettere la passione che hanno visto esprimere.

Il gruppo, ancora elettrizzato per l’esperienza forte che ha vissuto, ora si prepara a dare il meglio di sé nelle esibizioni pubbliche in programma per l’imminente periodo natalizio.

(a cura di Roberto Di Virgilio, foto di Debora Ballatori)

GC 2015: questa sera gli Angel’s Eyes sul palco del Teatro Lyrick

Gospel-Connection-2015-hQuesta sera gli Angel’s Eyes prenderanno parte al Gospel Connection Mass Choir in Concert che si terrà presso il Teatro Lyrick di Assisi, appuntamento da non perdere per chi ama questo genere musicale e non solo. Alle ore 21:15 i coristi vastesi saliranno sul palco in compagnia di tutti i partecipanti della GC 2015, diretti dai docenti americani (Pastor Keith Moncrief, Pastor Ronald Ixaac Hubbard, Min. of Worship Trini L. Massie, Rodney Hubbard e Nikki Porter). Sul palco dello splendido teatro di Assisi verrà proposto al pubblico un ampio repertorio di canzoni gospel. Viste le precedenti edizioni, lo spettacolo è assicurato.

I primi due giorni della Gospel Conection 2015- Nelle prime due giornate intense di GC 2015 i coristi dell’Angel’s Gospel Choir hanno preso parte alle lezioni con i docenti americani, partecipando- nella prima serata- alla Gospel Party, cantando in compagnia dei cori gospel abruzzesi presenti alla rassegna. Nella giornata di ieri, poi, dopo le lezioni ed il lavoro con i docenti in gruppi divisi, il coro vastese ha preso parte alla Spiritual Night, momento dedicato alla spiritualità in compagnia di Pastor Keith Moncrief.  Nella mattinata di oggi ancora tanto spazio dedicato alle lezioni con i docenti e nel pomeriggio si terrà il sound check in teatro che anticiperà il concerto delle 21:15.
(leggi l’intero programma)

Angel’s Eyes in viaggio verso Gospel Connection 2015

Gospel-Connection-2015-locandinaCi siamo. Anche quest’anno il coro vastese Angel’s Eyes Gospel Choir sarà presente all’appuntamento gospel più rappresentativo in Italia: la Gospel Connection. Come accade ormai ogni anno,  coristi provenienti da tutto il mondo parteciperanno a quattro giorni intensi di prove, workshop, esibizioni, concerti, in compagnia di un team di docenti internazionali. Quest’anno, dopo le due edizioni romane del 2013 e 2014, gli organizzatori hanno scelto di ritornare nella magnifica Assisi.

Da oggi avrà inizio la GC 2015, con il primo incontro che si terrà alle ore 17:00, in cui verrà illustrato l’intero Workshop e sarà presentato il team di docenti americani. In serata, poi, si terrà alle ore 21:00 il ‘Gospel Party’, durante il quale ogni coro partecipante potrà esibirsi in una performance di tre brani presso il Teatro ‘Le Stuoie’ della Domus Pacis di Assisi (Piazza Porziuncola, Santa Maria degli Angeli).

Non potevano mancare anche quest’anno per vivere un’altra esperienza formativa ed emozionante, partecipando anche alla serata finale nel quale tutti i coristi si esibiranno nel concerto al Teatro Lyrick di Assisi, appuntamento da non perdere per chi ama questo genere musicale e non solo.

Il programma
Giovedì 29 Ottobre
16:00 – 17:00 Arrivo, registrazione, distribuzione del materiale.gospey-party_m
17:00 – 20:00 Presentazione del Workshop e del Team di docenti; Lavoro di gruppo con docenti a rotazione
20:00 Cena
ore 21:30 Gospel Party
Ogni coro avrà la possibilità di esibirsi con una selezione del suo repertorio
Venerdì 30 ottobre
09:00 – 09:30 Riscaldamento muscolare e vocale
Per i coristi:
09:30 – 11:00
Suddivisione dei coristi in due gruppi:
– GRUPPO A: con Trini Massie – spiritual a cappella
– GRUPPO B: con Pastor Ron – contemporary gospel
11:30 – 13:00
– GRUPPO A: con Pastor Ron – contemporary gospel II
– GRUPPO B: con Trini Massie – spiritual a cappella II
09:30 – 11:30 Per i solisti: incontro con Nikki Porter ´Essere solisti nella musica gospel: un dono prezioso´
Per i direttori: incontro con Pastor Keith Moncrief ´Direttore: leader o despota?´spiritual-night_m
13:30 Pranzo e relax 15:00 – 17:00 Lavoro di gruppo
17:30 – 19:30 Suddivisione in 5 gruppi e Lavoro di TEAM BUILDING
20:00 Cena
dalle 21:30 Spiritual Night
Serata dedicata alla spiritualità con Pastor Keith Moncrief
Sabato 31 Ottobre
09:00 – 09:30 Riscaldamento muscolare e vocale
Per i coristi:
09:30 – 13:30 Lavoro di gruppo con i docenti a rotazione
Per i solisti: 09:30 – 11:30 Incontro con Nikki Porter ´Come diventare un buon solista gospel´ tecniche specifiche per il canto solistico
Per i direttori e i compositori:
09:30 – 11:30 Incontro con Pastor Keith Moncrief´Arrangiamento ed esecuzione del gospel nel coro´
13:30 Pranzo e relax
15:00 – 17:00 Lavoro di gruppo e finalizzazione brani concertoconcerto_m
17:30 – 18:30 Sound check in teatro
19:00 Cena
ore 21:15 Gospel Connection Mass Choir in Concert
Grande concerto di chiusura corso con il coro esibizione del Mass Choir, dei gruppi di lavoro e dei docenti.
Domenica 1° Novembre
(09:30 – 11:15)Presentazione dei lavori di Team building: ogni gruppo presenterà il suo messa_mlavoro al Team di docenti
ore 11:30 Sunday Morning Mass
 messa Cattolica della domenica mattina animata da canti gospel
(Teatro Le Stuoie Domus Pacis -Assisi)
13:30 Pranzo e relax
15:00 Chiusura lavoro e Farewell
(per maggiori info clicca qui)

 

Ciao Sergio! Sarai sempre nei nostri canti, pensieri e cuori

copertina sergio 2Domenica pomeriggio alle 15.30 presso la chiesa di San Pietro in Sant’Antonio di Vasto, ci sarà l’ultimo saluto al nostro Sergio De Gugliemo– uno dei primi coristi degli Angel’s Eyes, insieme a noi sino a quando la malattia gliel’ha permesso.

L’Associazione corale Angel’s Eyes si stringe forte alla famiglia del nostro corista Sergio, per la prematura scomparsa.  Abbiamo davvero perso uno di noi, una persona che credeva nel coro davvero tanto e fino in fondo…
Caro Sergio, sarai sempre nei nostri canti, nei nostri pensieri, nei nostri cuori…un forte abbraccio.